Partenza

A distanza di un anno rileggo il post del giorno della partenza di Correre ai confini (01/01/2020).

Si sa che i post sui social media piano piano si perdono. Uno li legge non appena vengono pubblicati, se va bene mette un like, se va di lusso mette addirittura un commento, ma poi inesorabilmente vengono dimenticati e si perdono nel mare dei miliardi di altri post. Per tutta la durata di Correre ai confini abbiamo pubblicato (almeno) un post al giorno su Facebook e Instagram. Ciascuno di quei post raccontava un pezzo di vita, anzi un pezzo di molte vite e penso che meritino una fine più onorevole.

Per questo motivo ho pensato di riportare i post giornalieri di Correre ai confini qui su questo diario digitale.

Iniziamo dunque dal primo post, quello della partenza, avvenuta accompagnata da una giornata davvero splendida.

Partenza Correre ai confini alba

E’ strano, ma rileggendo il post della partenza non trovo traccia delle due cose che più mi ricordo (adesso). Per fortuna quella mattina abbiamo registrato un video (in diretta), così posso dire che i miei ricordi sono reali e non immaginari 😂

  1. La presenza, inaspettata, di mia zia Maria Rita (minuto 14:33 della diretta).
  2. Il senso di appagamento per il semplice fatto di essere lì, per essere sulla linea di partenza di un evento che semplicemente non esisteva, per aver avuto il coraggio di mollare tutto e di mettermi in gioco (minuto 12:16 della diretta).

 

Qui il video della diretta delle fasi precedenti alla partenza e della partenza vera e propria:
https://www.facebook.com/watch/?v=1439518732892672

Qui il post su Facebook

Giorno 1: 01 gennaio 2020